venerdì 5 luglio 2013

Puglia (e Italia) delle meraviglie!!!


Finalmente riesco a pubblicare le foto del viaggio che abbiamo fatto a maggio… un bellissimo viaggio attraverso l'Italia, da Nord a Sud, per andare a visitare la Puglia!!!! adoro i lunghi viaggi in macchina, esplorare intere regioni e vedere tanti posti tutti insieme, rimanere incantati innumerevoli volte davanti a qualche paesaggio e fermarsi anche solo per fare una foto, senza orari, un po' all'avventura, con la musica di sottofondo che si lega indissolubilmente a qualche ricordo, profumo, sapore o scorcio... un viaggio come quello dell'anno scorso insomma... e come questo......
La prima tappa è stata Urbino…

... città il cui centro storico è patrimonio mondiale UNESCO.... abbiamo visitato il Palazzo Ducale, con la sua bella "facciata dei Torricini" e le cui stanze ospitano la Galleria Nazionale delle Marche... qui si possono ammirare opere del periodo che va dal Trecento al Seicento tra cui spiccano lavori di Raffaello, di Giovanni Bellini e di Piero della Francesca ...
... all'interno del Duomo, che si trova vicino a Palazzo Ducale, invece, si puo’ ammirare l’Ultima Cena del Barocci.....
 e, poi, la casa in cui nacque Raffaello e la Fortezza Albornoz, dal cui parco si può ammirare uno splendido panorama della città.... e la piazza del Mercatale, a forma di quadrilatero, il cui lato orientale è una costruzione di mattoni scoperchiata, la cosiddetta Data, che, in origine, ospitava il mercato del bestiame...

Il secondo giorno breve tappa a Gubbio, splendida città in cui si respira un'atmosfera tutta medievale..... mi è piaciuta tantissimo e dovremo tornarci visto che non abbiamo potuto vedere nulla perché siamo capitati nel giorno della festa dei ceri mezzani, che è la copia della famosa festa dei ceri dedicata però a ragazzi dai 15 ai 20 anni…
In pratica i ceri sono 3 enormi strutture in legno
alte circa 7 metri di forma ottagonale fissate in basso a delle barelle e con in cima la statua di un santo: S. Ubaldo, protettore dei muratori e degli scalpellini, S. Giorgio protettore dei commercianti o S. Antonio abate protettore dei contadini, dei proprietari terrieri e degli studenti.... noi siamo arrivati quando c'era l'alzata dei ceri: ogni Capodieci versa acqua da una brocca su un punto preciso del cero e getta poi il recipiente in aria e questo, cadendo, si rompe e la gente intorno raccoglie i cocci come simbolo di buon auspicio..... poi inizia la corsa con i ceri portati in spalla dai ragazzi....una festa proprio particolare e vivace!!!


si va decisamente più a sud ed eccoci finalmente in Puglia.... ci accolgono distese di ulivi a perdita d'occhio ed enormi campi di grano, l'azzurro intenso del mare e paesi di un bianco candido.....

la prima meta pugliese è stato il Gargano…. Un solo aggettivo per definire questo promontorio… meraviglioso!!!! Splendidi paesaggi, bellissimo mare, caratteristici paesini dal sapore tipicamente mediterraneo…. come Vieste con le sue bianche case che formano un groviglio di viuzze e piazzette....

Nella parte più alta del paese si possono ammirare il Castello, risalente al periodo normanno svevo, e la Cattedrale, esempio di architettura pugliese dell'XI secolo..... 

particolare è poi il faraglione di Pizzomunno, alto circa 20 metri e creato dall'erosione del mare e dei venti che hanno staccato dalla parete rocciosa della costa un enorme monolito calcareo.... a questo faraglione è anche legata la leggenda di Pizzomunno, un giovane pescatore che si innamorò di una ragazza che venne però uccisa dalle sirene gelose... il dolore per la perdita della giovane fu talmente straziante da pietrificare il povero Pizzomunno che ogni cento anni in una notte di luna piena riacquista le sembianze umane per tornare ad amare la sua amata fino all'alba.... una leggenda molto romantica!!!
 Da percorrere assolutamente la costa che da Vieste si dirige verso sud per non perdere le magnifiche insenature, le numerose grotte, le bianche falesie a strapiombo sul mare limpido e di un intenso azzurro-verde....




.... a un certo punto si incontrerà anche l’Architello, l'arco naturale divenuto simbolo del Gargano.....


una brevissima sosta a Barletta per vedere almeno lo splendido castello....


e poi Trani....


...caratterisco paesino di mare il cui nome, secondo una credenza popolare, deriva da Tirreno, figlio di Diomede, eroe della mitologia greca ritenuto il fondatore della città.....

bellissima la Cattedrale, espressione dello stile romanico pugliese.... venne iniziata nell’anno 1000 e incorpora tre chiese... è caratterizzata dal colore rosa chiaro del tufo calcareo estratto dalle cave di Trani.....


il Castello, che sorge di fronte alla cattedrale, invece, fu costruito nel 1200 per volere di Federico II come luogo di avvistamento e di difesa militare...  


 lasciamo la costa per spostarci verso l'interno per visitare Matera....


“Nelle grotte dei Sassi si cela la capitale dei contadini,
il cuore nascosto della loro antica civiltà.
Chiunque veda Matera non può non restarne colpito
tanto è espressiva e toccante la sua dolente bellezza”

Carlo Levi - 1952
...Matera, la città dei Sassi, Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è stata descritta così da Giovanni Pascoli nel 1884: “Delle città in cui sono stato, Matera è quella che mi sorride di più, quella che vedo meglio ancora, attraverso un velo di poesia e malinconia”... e Matera è proprio unica e straordinaria.... è la città delle grotte, delle chiese rupestri affrescate, delle case contadine scavate nella roccia e il cui nucleo antico si sviluppa sulla scarpata della Gravina di Matera......e proprio a Matera nel 2003 Mel Gibson ha girato "The passion" affermando che “In effetti la prima volta che l’ho vista ho perso la testa perché era semplicemente perfetta”.... 
Impossibile poi non fermarsi ad assaggiare anche il pane di Altamura... ho anche mangiato la focaccia più buona di tutta la mia vita....eccezionale!!!!
Forse però la città che mi è piaciuta di più è stata Polignano a Mare, città che ha dato i natali a Domenico Modugno….


qui si può passeggiare in un intricato groviglio di vicoli e, seguendo la costa, fermarsi sulle terrazze, logge che si affacciano a strapiombo sul mare e da cui si può ammirare la meraviglia del mare pugliese e delle grotte marine sotto la costa.... 


queste grotte sono una quarantina e tra esse spicca la “Grotta Palazzese” che nacque come deposito, per diventare nel ’600 luogo di ristoro per i naviganti stranieri... ora è visitabile dalla terrazza dove sorge un ristorante (non proprio economico ma la location deve essere stupenda).....


e poi Lama Monachile, un antico porto commerciale durante la dominazione veneta del XV secolo e oggi scorcio davvero suggestivo.... 

da assaggiare il Caffè speciale: panna, scorza di limone, amaretto e caffè....ottimo!!!!

e come non fermarsi ad Alberobello??!

altro patrimonio mondiale dell’UNESCO con i suoi trulli... sensazionali se si pensa che queste costruzioni a cilindro e copertura a cono erano realizzate in pietre assemblate a secco, senza nessun altro materiale.... 



Tra storia e leggenda, si fa risalire l’origine dei trulli alla necessità di costruire delle abitazioni rapidamente smantellabili in quanto i conti di Conversano, padroni per secoli del territorio di Alberobello, non volevano pagare i tributi previsti dall'antica legge seicentesca del regno di Napoli che prevedeva che ogni agglomerato urbano dovesse avere il regio assenso e quindi pagare i dovuti tributi al Re....così si costruirono solo case in pietra “a secco” sovrapponendo filari concentrici di “chianchiarelle” (le tipiche pietre calcaree della Valle D’Itria) che, in caso di regia ispezione, potevano essere smontate facilmente spargendo le pietre sul terreno, e altrettanto velocemente potevano essere ricotruite in seguito all'ispezione....  spesso sul cono veniva dipinto con latte di calce un simbolo, con significato propiziatorio, religioso o profano oppure un segno zodiacale.... 
I rioni in cui si trovano i trulli sono due: il rione Aia Piccola e il rione Monti....
Il rione Aia Piccola è caratterizzato da antichi trulli (circa 400) che sono principalmente ad uso residenziale....qui magari potete incontrare una signora che vi invita ad entrare a visitare il trullo in cui abitava fino a non molto tempo fa....

Il rione Monti conta 1030 trulli che oggi sono diventati per lo più negozi di souvenir o botteghe artigiane.... Qui si trova anche la Chiesa a trullo di Sant’Antonio, costruita nel 1927 e recentemente restaurata... e si incontrano anche i trulli siamesi,  in cui due coni uniti sulla sommità coprono due ambienti che si affacciano su due diverse strade e che ora sono separati, ma un tempo erano comunicanti grazie a una porta.....secondo una leggenda i trulli appartenevano a due fratelli che abitavano insieme ma che ebbero la sfortuna di innamorarsi della stessa ragazza.... la giovane era promessa al maggiore ma invece sposò il minore e così il fratello maggiore cacciò di casa i due sposi.... il minore però pretese la sua parte di trullo che venne così diviso e le entrate furono separate e fatte affacciare su due strade diverse per evitare che i fratelli si incontrassero.....


Altro trullo particolare è il trullo sovrano, l’unico trullo a due piani di Alberobello.... Eretto nella metà del ‘700, anch’esso senza malta, è una dimostrazione della maestria dei trullari....
La prima casa costruita invece con la calce è stata la Casa d'Amore, del 1797, quando Alberobello fu riconosciuta dal re di Napoli come Regia Città.....

mi aspettavo di meglio invece da Ostuni, la “Città Bianca”, chiamata così per il centro storico intonacato interamente di bianco.... nulla di che!!!

ed eccosi finalmente in Salento.... km di coste selvagge e sconfinate, scogliere a picco sul mare, calette, mare a perdita d'occhio.... antiche torri costiere di avvistamento e di difesa.... 
qui abbiamo visto paesi interamente disabitati....  credo che fosse questione di giorni e poi si sarebbero popolati di turisti in villeggiatura ma mi ha fatto impressione vedere tutta questa desolazione e abbandono... sembravano paesi fantasma!!! si aggirava solo qualche cane randagio qua e là!!! 


Torre dell’Orso, Santa Maria di Leuca, Roca Vecchia, Porto Badisco tanto per fare i nomi di qualche località incontrata....

peccato solo per l'inciviltà di persone che rendono questi paesaggi meno belli di come li ha creati Madre Natura !!!



spostandosi verso le campagne si trovano invece ancora molte masserie .... qui un tempo risiedeva il massaro, cioè colui che si occupava della gestione delle terre..... inizialmente le masserie erano adibite quasi esclusivamente ad usi agricoli e difensivi, col tempo però spesso si trasformarono in vere e proprie residenze estive delle classi più abbienti e ora, nella maggior parte dei casi, sono diventate sedi di agriturismi.....

breve sosta ad Otranto.....




e poi a Gallipoli, con gli stretti vicoli della città vecchia che sorge su un’isola calcarea collegata alla terraferma attraverso un ponte seicentesco ad archi.....nei pressi del ponte ci si può imbattere nella Fontana Greca, eretta nel XVI secolo sui resti di una di origine romana....
nel borgo antico troviamo il Castello Angioino, circondato quasi interamente dal mare e che sorge sui resti di una fortificazione bizantina e la Cattedrale di sant'Agata, una bella costruzione seicentesca, rinascimentale e barocca...
 

e poi si ritorna nuovamente verso Nord passando per paesi costieri come Punta Prosciutto e Porto Selvaggio....



e, visto che viaggiare per me vuol dire anche assaggiare quante più cose tipiche possibile, non potevo non provare specialità della Puglia come ad esempio il pasticciotto, il dolce tipico del Salento: pasta frolla farcita di crema pasticcera.... onestamente non l'ho trovato nulla di speciale.... anche gli altri dolci come i taralli e i mostaccioli non mi hanno entusiasmata... ma magari sono solo stata sfortunata nell'assaggio!!! buono invece il caffè in ghiaccio e latte di mandorla: qualche cubetto di ghiaccio, un caffè espresso e latte di mandorla.... fresco e dissetante!!! 
ottime anche le friselle e i taralli salati, straordinario il pesce (tanto pesce, il più buono mai mangiato!!!!) ed eccezionali le orecchiette con le cime di rapa!!!


e, infine, si risale fino alla riviera del Conero....favolosa!!!

....spiagge incastonate in scenari da togliere il fiato, il blu del mare che si accosta meravigliosamente al verde del Monte Conero per creare piccoli angoli di paradiso.... come la spiaggia di San Michele e quella dei Sassi Neri o la Spiaggia Urbani o quella di Mezzavalle... sono stata piacevolmente sorpresa delle Marche che non conoscevo ancora!!!!

 


alla prossima con le foto della meravigliosa Barcellona e si spera anche con una ricetta visto che questo in teoria dovrebbe essere un blog di cucina!!!! il blog chiude per una quindicina di giorni per nuova partenza... come ogni anno si va qui!!!! a presto!!!! buone vacanze a chi come me parte in questi giorni!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Mi trovate anche qui:

Mi trovate anche qui:
...per scoprire un'agricoltura più naturale e rispettosa della natura e della salute umana con tanti prodotti tra cui lo zafferano del Monferrato!!!

Ricette per stagione


Ricette...

Post più popolari

Categorie

Acciughe (7) Aglio (49) Agretti (1) Agrumi (43) Albumi (1) Alloro (13) Amaretti (4) Ananas (2) Aneto (1) Anice (1) Antipasti e finger food (14) Arancia (28) Asiago (1) Asparagi (5) Autunno (154) Avena (2) Barbabietola (5) Basilico (11) Besciamella (3) Bietola (1) Biscotti (18) Borragine (1) Broccoli (4) Cacao (20) Cachi (1) Caffè (2) Camembert (1) Canditi (10) Cannella (10) Capperi (2) Caprino (3) Carciofi (3) Cardi (1) Carne (2) Carnevale (2) Carote (14) Castagne (5) Castelmagno (1) Cavolfiore (2) Cavolini di Bruxelles (1) Cavolo (1) Cavolo nero (1) Cavolo Romano (1) Ceci (1) Chiodi di garofano (6) Cicoria (2) Cioccolato (25) Cipolle (39) Cipolline (1) Cipollotti (3) Cocco (1) Colatura d'alici (1) Coniglio (1) Conserve (3) Contest (44) Contorni (10) Cous Cous (2) Crackers (1) Creme e salse dolci (21) Crescenza (1) Crostate (11) Cumino (1) Curcuma (13) Curry (2) Datteri (1) Dolcetti (17) Dolci (75) Dolci al cucchiaio (10) Dolci per la colazione (15) Dolci per le occasioni (8) Enkir (1) Erba cipollina (1) Ernst Knam (2) Estate (126) Fagioli (4) Fagiolini (2) Farro (3) Fave (1) Festa della donna (2) Festa della mamma (1) Feta (3) Fichi (1) Fontina (1) Formaggi (56) Fragole (4) Frutta (25) Frutta sciroppata (8) Frutta secca (21) Frutti di bosco (4) Funghi (8) Gelato (1) Ginepro (3) Glasse e ganache (5) Gnocchi (6) Gomasio (2) Gorgonzola (1) Gruyère (2) Halloween (2) Insalate (1) Inverno (139) Lamponi (1) Lamponi. Liquori (2) Lasagne (4) Latte vegetale (6) Legumi (13) Lenticchie (3) Lievitati (5) Limoni (23) Liquori (2) Maggiorana (1) Mais (1) malto (2) Malva (1) Mandarini (1) Mandorle (5) Marmellata e Confettura (14) Marrons Glacés (2) Mascarpone (6) Mela Cotogna (1) Melagrana (1) Melanzane (3) Mele (1) Menta (1) Miele (5) Miglio (2) Minestre e vellutate (5) Mirtilli (3) Montasio (1) More (3) Mozzarella (1) Muffin e Cupcake (8) Natale (13) Nigella Lawson (1) Nocciole (5) Noce moscata (3) Noci (9) Nutella (1) Olive (4) Origano (2) Ortaggi (60) Orzo (3) Pane e Grissini (2) Panettone e Pandoro (4) Panna (13) Paprika (4) Parmigiano Reggiano (28) Pasta (25) Pasta all'uovo (16) Pasta brisè (2) Pasta frolla (24) Pasta ripiena (2) Pasta sfoglia (3) Patate (8) Pecorino (12) Peperoncino (1) Peperoni (2) Pere (4) Pesce (16) Pesche (4) Piatti unici (10) Piccola pasticceria (21) Pinoli (3) Piselli (3) Pistacchi (1) Polenta (1) Polpette (5) Polpettoni (1) Polpo (1) Pomodori secchi (5) Pomodoro (12) Porro (8) Preparazioni di base (13) Prezzemolo (8) Primavera (130) Primi piatti (71) Prosciutto (3) Quinoa (1) Radicchio (2) Rapa (1) Ravanello (1) Ribes (2) Ricette dal mondo (6) Ricette del riciclo (15) Ricette della salute (66) Ricette di famiglia (5) Ricette facili e veloci (40) Ricette light (9) Ricette regionali (11) Ricette vegan (65) Ricette vegetariane (155) Ricotta (2) Ricotta salata (1) Rimedi naturali (1) Riso (21) Robiola (3) Roquefort (1) Rosmarino (15) Rucola (2) Salame (1) Salmone (1) Salmone affumicato (3) Salse (2) Salsiccia (1) Salvia (23) San Valentino (7) Santa Lucia (2) Santoreggia (1) Scamorza affumicata (1) Secondi Piatti (9) Sedano (7) Seitan (2) Semi di papavero (1) Semi di sesamo (3) Senza glutine (57) Senza latte (78) Senza uova (129) Sgombro (2) Sorelle Simili (4) Speck (1) Spezie ed erbe aromatiche (47) Spinaci (1) Stracchino (1) Taleggio (1) Tartufo (1) Tempeh (1) Timo (5) Tofu (1) Tonno (1) Torte salate (2) Uvetta (1) Verza (2) Viaggi e gite (22) Vino (1) Vol-au-vent (1) Yogurt (2) Zafferano (3) Zenzero (6) Zucca (12) Zucchine (11)
Powered by Blogger.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Premi

Un ringraziamento ad Elisa, Inco, Enrica, Sabrina e Debora per aver pensato a me per questo premio:



e un ringraziamento a Magda per avermi assegnato questo premio:


e un ringraziamento anche a Doris per questo premio:



e a Claudia per questo premio:



e ringrazio Rita per questo premio:



e Rachele e Rita per questo premio:



e sempre Rita per questo portafortuna:



e Barbara per questo premio:



e Valentina per questo premio:



e Sabry ed Erica per questo:



e Cinzia per questo:

e Debora per questi:



e Ale per questo: