lunedì 2 febbraio 2015

Schiacciata fiorentina: fast & slow! E la bellezza di Firenze...


Il Carnevale è vicino ed eccomi a darvi la ricetta di un dolce buonissimo tipico di questo periodo, la schiacciata fiorentina. In realtà ignoravo fosse un dolce carnascialesco poichè, quando sono stata a Firenze qualche anno fa, era marzo inoltrato e ho potuto gustarla ugualmente, quindi immagino che ormai si prepari tutto l'anno nelle panetterie e pasticcerie. La ricetta originale è piuttosto lunga e laboriosa in quanto si tratta di un dolce lievitato che richiede diverse ore di lavorazione, per questo motivo, cercandone la ricetta, spesso si trova una versione molto più veloce che prevede l'utilizzo del lievito chimico al posto del lievito di birra. Devo dire che il risultato è ottimo in entrambi i casi, anche se si tratta di due cose diverse. Io le ho riportate entrambe visto che sono tutte e due buonissime, però, se volete preparare la vera schiacciata fiorentina, affidatevi alla prima ricetta. Se poi volete rendere ancora più buono questo dolce, vi consiglio di tagliarlo a metà e farcirlo con crema chantilly o crema pasticcera (qui potete trovare la ricetta classica e qui la versione senza uova). Vi lascio con alcune immagini di Firenze, una città meravigliosa in cui si respira arte, cultura e storia in ogni angolo e, se non l'avete mai fatto, vi consiglio di farci una capatina. Davanti alla perfezione ed imponenza del David o della Pietà di Michelangelo, alla delicata bellezza della Primavera o della Nascita di Venere del Botticelli (giusto per citare solo alcuni dei capolavori di straordinaria grandezza che ospita questa città) rischierete la sindrome di Stendhal ma ne varrà indubbiamente la pena :-)


 

 
  
 

Schiacciata fiorentina - versione originale con doppia lievitazione

Ingredienti per la biga:
  • 145 g di farina manitoba
  • 15 g di lievito di birra
  • 65 g di acqua tiepida
  • Un cucchiaio di zucchero
Ingredienti per il secondo impasto:
  • 100 g di farina manitoba
  • 255 g di farina 0
  • 180 g di zucchero
  • 2 uova
  • 150 g di strutto (io burro morbido)
  • 185 g di latte (io 40 g di succo d’arancia  e 145 g di latte d’avena)
  • Scorza grattugiata di un’arancia
  • Una bacca di vaniglia
  • Un pizzico di sale
  • Burro  q.b.  per la teglia
  • Zucchero a velo q.b. per spolverizzare la superficie del dolce
Preparare la biga sciogliendo il lievito e lo zucchero nell'acqua tiepida, unire la farina e impastare fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Far lievitare coperto con un canovaccio inumidito in un luogo tiepido per almeno 3 ore. 
Trascorso questo tempo, impastare la biga aggiungendo poco per volta gli altri ingredienti continuando ad impastare per almeno dieci minuti finchè si otterrà un impasto liscio ed omogeneo. Imburrare e infarinare una teglia rettangolare, versare l'impasto e livellarlo utilizzando una spatola. Far  lievitare coperto con un canovaccio inumidito in un luogo tiepido per almeno 3 ore (o finchè non raddoppierà di volume). Preriscaldare il forno a 190°e far cuocere per 30 minuti circa. Una volta cotta, far raffreddare e, una volta fredda, spolverizzare con zucchero a velo.

Schiacciata fiorentina - versione rapida

Ingredienti:
  • 300 g di farina 0
  • 175 g di zucchero
  • 3 uova
  • 90  g di latte (io 40 g di succo d’arancia e 50 g di latte d’avena)
  • 75 g di olio extravergine d'oliva
  • Una bustina di lievito per dolci
  • Scorza grattugiata di un’arancia
  • Una bacca di vaniglia
  • Un pizzico di sale
Con una frusta sbattere a lungo le uova con lo zucchero finchè il composto diventerà bello spumoso. A parte mescolare gli altri ingredienti, unire le uova aggiungendone prima un paio di cucchiaiate per ammordibire l'impasto e poi unendo il resto mescolando dal basso verso l'alto per non far smontare il composto. Riempire con l'impasto una teglia rettangolare unta e infarinata e  infornare nel forno caldo a 180° per 40 minuti circa (fate la prova stecchino!).
Lo sapevate che la schiacciata fiorentina...
...è un dolce tipico del carnevale del capoluogo toscano? Detta anche “stiacciata unta” trova il suo antesignano, all’alba del secolo scorso, in un dolce dagli stessi ingredienti ma dalla forma di panetto. E’ così apprezzato dai fiorentini che il Giovedì grasso, il loro Berlingaccio, è quasi impossibile non ritrovarlo come dolce del pranzo. Il termine Berlingaccio potrebbe derivare dal tedesco "bretling" (tavola), dal latino per+ligere (leccare con insistenza, nel senso di mangiare gustosamente) o, sempre dal latino, berlengo (tavola, mensa). Oltre alla schiacciata alla fiorentina che comunque è dedicata più a tutto il periodo carnevalesco in genere, il dolce tipico di questa festa è il berlingozzo. Dedicato a tale festa anche una maschera con lo stesso nome e un verbo, "berlingare", con il significato di divertirsi e spassarsela a tavola (citato da poeti cinquecenteschi). Per sottolineare la voglia e, in un certo senso, l'obbligo di fare festa e di abbuffarsi con qualsiasi tipo di cibo e bevanda, è d'uso il detto "per Berlingaccio chi non ha ciccia ammazzi il gatto!". Testimonianze della festa  si sono ritrovate in alcuni documenti fiorentini del 1416/1417.

3 commenti:

  1. Firenze ha quel non so che di magico...bellissima sotto tutti i punti di vista...la schiacciata non ricordo di averla mai mangiata, e di sicuro mai cucinata ma mi attira tanto! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. IO LA FACCIO SPESSO, MI PIACE TANTO , LA USO COME BASE PER LE TORTE DECORATE E NON CAMBIERO' MAI, LA MIA RICETTA E' UN POCHINO DIVERSA, PERO' LA TUA MI PIACE MOLTO!!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  3. @ sississima: sono d'accordo su Firenze, meravigliosa! se ci torni ti consiglio di provare la schiacciata, è molto buona o se vuoi provare a farla la ricetta è sopra ;-)

    @ SABRINA RABBIA: tu fai versione più lunga?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ricette per stagione


Ricette...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Post più popolari

Categorie

Acciughe (7) Aglio (49) Agretti (1) Agrumi (43) Albumi (1) Alloro (13) Amaretti (4) Ananas (2) Aneto (1) Anice (1) Antipasti e finger food (14) Arancia (28) Asiago (1) Asparagi (5) Autunno (154) Avena (2) Barbabietola (5) Basilico (11) Besciamella (3) Bietola (1) Biscotti (18) Borragine (1) Broccoli (4) Cacao (20) Cachi (1) Caffè (2) Camembert (1) Canditi (10) Cannella (10) Capperi (2) Caprino (3) Carciofi (3) Cardi (1) Carne (2) Carnevale (2) Carote (14) Castagne (5) Castelmagno (1) Cavolfiore (2) Cavolini di Bruxelles (1) Cavolo (1) Cavolo nero (1) Cavolo Romano (1) Ceci (1) Chiodi di garofano (6) Cicoria (2) Cioccolato (25) Cipolle (39) Cipolline (1) Cipollotti (3) Cocco (1) Colatura d'alici (1) Coniglio (1) Conserve (3) Contest (44) Contorni (10) Cous Cous (2) Crackers (1) Creme e salse dolci (21) Crescenza (1) Crostate (11) Cumino (1) Curcuma (13) Curry (2) Datteri (1) Dolcetti (17) Dolci (75) Dolci al cucchiaio (10) Dolci per la colazione (15) Dolci per le occasioni (8) Enkir (1) Erba cipollina (1) Ernst Knam (2) Estate (126) Fagioli (4) Fagiolini (2) Farro (3) Fave (1) Festa della donna (2) Festa della mamma (1) Feta (3) Fichi (1) Fontina (1) Formaggi (56) Fragole (4) Frutta (25) Frutta sciroppata (8) Frutta secca (21) Frutti di bosco (4) Funghi (8) Gelato (1) Ginepro (3) Glasse e ganache (5) Gnocchi (6) Gomasio (2) Gorgonzola (1) Gruyère (2) Halloween (2) Insalate (1) Inverno (139) Lamponi (1) Lamponi. Liquori (2) Lasagne (4) Latte vegetale (6) Legumi (13) Lenticchie (3) Lievitati (5) Limoni (23) Liquori (2) Maggiorana (1) Mais (1) malto (2) Malva (1) Mandarini (1) Mandorle (5) Marmellata e Confettura (14) Marrons Glacés (2) Mascarpone (6) Mela Cotogna (1) Melagrana (1) Melanzane (3) Mele (1) Menta (1) Miele (5) Miglio (2) Minestre e vellutate (5) Mirtilli (3) Montasio (1) More (3) Mozzarella (1) Muffin e Cupcake (8) Natale (13) Nigella Lawson (1) Nocciole (5) Noce moscata (3) Noci (9) Nutella (1) Olive (4) Origano (2) Ortaggi (60) Orzo (3) Pane e Grissini (2) Panettone e Pandoro (4) Panna (13) Paprika (4) Parmigiano Reggiano (28) Pasta (25) Pasta all'uovo (16) Pasta brisè (2) Pasta frolla (24) Pasta ripiena (2) Pasta sfoglia (3) Patate (8) Pecorino (12) Peperoncino (1) Peperoni (2) Pere (4) Pesce (16) Pesche (4) Piatti unici (10) Piccola pasticceria (21) Pinoli (3) Piselli (3) Pistacchi (1) Polenta (1) Polpette (5) Polpettoni (1) Polpo (1) Pomodori secchi (5) Pomodoro (12) Porro (8) Preparazioni di base (13) Prezzemolo (8) Primavera (130) Primi piatti (71) Prosciutto (3) Quinoa (1) Radicchio (2) Rapa (1) Ravanello (1) Ribes (2) Ricette dal mondo (6) Ricette del riciclo (15) Ricette della salute (66) Ricette di famiglia (5) Ricette facili e veloci (40) Ricette light (9) Ricette regionali (11) Ricette vegan (65) Ricette vegetariane (155) Ricotta (2) Ricotta salata (1) Rimedi naturali (1) Riso (21) Robiola (3) Roquefort (1) Rosmarino (15) Rucola (2) Salame (1) Salmone (1) Salmone affumicato (3) Salse (2) Salsiccia (1) Salvia (23) San Valentino (7) Santa Lucia (2) Santoreggia (1) Scamorza affumicata (1) Secondi Piatti (9) Sedano (7) Seitan (2) Semi di papavero (1) Semi di sesamo (3) Senza glutine (57) Senza latte (78) Senza uova (129) Sgombro (2) Sorelle Simili (4) Speck (1) Spezie ed erbe aromatiche (47) Spinaci (1) Stracchino (1) Taleggio (1) Tartufo (1) Tempeh (1) Timo (5) Tofu (1) Tonno (1) Torte salate (2) Uvetta (1) Verza (2) Viaggi e gite (22) Vino (1) Vol-au-vent (1) Yogurt (2) Zafferano (3) Zenzero (6) Zucca (12) Zucchine (11)
Powered by Blogger.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Premi

Un ringraziamento ad Elisa, Inco, Enrica, Sabrina e Debora per aver pensato a me per questo premio:



e un ringraziamento a Magda per avermi assegnato questo premio:


e un ringraziamento anche a Doris per questo premio:



e a Claudia per questo premio:



e ringrazio Rita per questo premio:



e Rachele e Rita per questo premio:



e sempre Rita per questo portafortuna:



e Barbara per questo premio:



e Valentina per questo premio:



e Sabry ed Erica per questo:



e Cinzia per questo:

e Debora per questi:



e Ale per questo: