venerdì 18 settembre 2015

La mia pasta estiva preferita


Oggi un classico, una ricetta semplicissima da preparare e molto gustosa. E’ l’ultima ricetta dell’estate che ha ormai lasciato il posto all’autunno, con l'aria che si fa sempre più fresca e frizzante, le giornate più corte e il cielo via via meno azzurro.

Rigatoni con le melanzane


Ingredienti per 2 persone:

  • 190 g di rigatoni
  • 2 spicchi d’aglio
  • Passata di pomodoro (250 g circa) o pomodori freschi
  • Qualche foglia di basilico
  • Mezza melanzana grande o una piccolina
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
Far rosolare uno spicchio d’aglio con un filo d’olio, aggiungere la passata o i pomodori  (in questo caso i tempi si allungheranno un po’ perchè, una volta cotti, andranno passati con il passaverdura). Tagliare a cubetti la melanzana e farla rosolare in olio e aglio, aggiungere un pochino d’acqua e far cuocere al dente. Se volete sporcare meno padelle potete anche cuocere la melanzana nel sugo, io preferisco cuocerli separatamente per avere più gusto. Quando il sugo di pomodoro sarà quasi pronto, unire le melanzane quasi cotte e far legare i sapori ultimando la cotura. Intanto far cuocere la pasta in abbondante acqua salata e, quando sarà cotta, aggiungere al sugo il basilico spezzettato e far saltare la pasta nella padella col condimento.
sabato 12 settembre 2015

Fine della vacanza all'Elba e delizia croccante alle prugne e cioccolato


Dopo la prima e la seconda parte del viaggio all'Elba, l'ultima parte inizia partendo da una spiaggia molto conosciuta che si incontra prima di giungere a Portoferraio, quella della Padulella. Noi purtroppo non siamo riusciti a trovare parcheggio, magari voi sarete più fortunati!

Spiaggia della Padulella

E, infine, Portoferraio, famosa principalmente perchè ha ospitato Napoleone durante il suo esilio all'Elba. Il nome Portoferraio trae origine dalle attività siderurgiche presenti nell'area sin da epoca etrusco-romana e che fecero la fortuna dell’isola nel XIX secolo, quando divenne il porto adibito al trasporto del ferro dall’isola alla terraferma.
Consiglio di visitare la Villa dei Mulini, una delle due residenze di Napoleone Bonaparte a Portoferraio durante il suo esilio  (dal 4 maggio 1814 al 26 febbraio 1815). Sconfitto nella battaglia di Lipsia dagli alleati europei nell'ottobre del 1813, infatti, Napoleone abdicò il 14 aprile 1814, e fu esiliato nell'isola d'Elba. Nei dieci mesi di esilio Napoleone però non rimase inoperoso, costruì invece infrastrutture, miniere, strade, e difese. Durante questi mesi l'isola si trasformò nel centro culturale e politico del tempo: poeti, artisti, spie e uomini di mondo accorsero nella speranza di visitare quello che era stato l'uomo che aveva tenuto l'Europa in pugno. La Villa dei Mulini era una residenza destinata soprattutto alla vita pubblica e di rappresentanza dell'imperatore in esilio, mentre la sua vita privata si svolgeva nella vicina Villa di San Martino. L'edificio si trova a Portoferraio, nella parte alta e più antica del centro storico, proprio in mezzo ai due forti principali delle fortezze medicee portoferraiesi: il Forte Falcone e il Forte Stella (così chiamato per la caratteristica forma stellare delle sue mura, realizzato nel 1548 su progetto di Camerini, ospita uno dei più antichi fari d'Europa, innalzato dal granduca Leopoldo di Lorena nel 1788). Vi si può giungere tramite una scalinata (chiamata appunto Salita Napoleone). La posizione in cima a un alto sperone roccioso particolarmente esposto ai forti venti, fu originariamente utilizzata per la costruzione di quattro mulini; queste costruzioni furono distrutte prima dell'arrivo all'Elba di Napoleone dalle autorità francesi (1808). Napoleone lasciò l'Elba il 26 febbraio 1815, salutato dalla popolazione di Portoferraio, con una flotta di sette bastimenti e circa mille uomini al seguito.  Imponenti poi le fortezze medicee, capolavoro dell’architettura militare dell’epoca. La loro costruzione ebbe inizio nel 1548 per volere di Cosimo I De Medici, Granduca di Toscana. Si tratta di un complesso maestoso, le cui mura  racchiudono il centro storico della città di Portoferraio e che garantivano la sicurezza della navigazione nel Mar Tirreno. Le principali piazzeforti del sistema fortificato sono i forti Stella e Falcone (edificati sui più alti rilievi che dominano la città) e la Torre ottagonale della Linguella (in cui fu recluso anche l'antifascista Sandro Pertini per un breve periodo nel 1933. Carcerato dal 1931 al 1935 a Pianosa, fu costretto alla torre medicea per subire un processo per oltraggio ad una guardia carceraria), all’imboccatura della Darsena. Scendendo verso il mare una sosta da fare è presso i Vigilanti, il piccolo ma prezioso teatro che Napoleone volle creare da una chiesa sconsacrata.



Villa dei Mulini


Crostata-crumble alle prugne



Ingredienti per la crostata:
  • 95 g di zucchero di canna
  • 120 g di olio extravergine di oliva
  • 95 g di malto di riso
  • 400 g di farina 2
  • Una bacca di vaniglia
  • 8 cucchiai di acqua, latte o latte vegetale
Ingredienti per il ripieno:
  • 16 prugne piccole
  • 50 g di cioccolato fondente
  • 1-2 cucchiai di zucchero integrale di canna
  • Un cucchiaio di farina

Preriscaldare il forno a 180°. Impastare gli ingredienti per fare la frolla finchè si sarà ottenuta una palla omogenea. Stendere sottilmente la frolla in una tortiera infarinata tenendone da parte un po' per fare la copertura. Tagliare le prugne a pezzetti, unire 1-2 cucchiai rasi di zucchero, 1 di farina e il cioccolato spezzettato grossolanamente. Versare il ripieno sulla frolla precedentemente stesa e, sfregando la frolla tra le mani, distribuire la copertura sul ripieno. Cuocere per 45-50 minuti.
mercoledì 2 settembre 2015

La parte più bella dell'Elba


Dopo aver postato le foto della parte est dell'Elba la scorsa settimana, oggi vi lascio qualche scatto dell'Elba che ho trovato più bella, cioè quella più a occidente. 
Lasciandosi alle spalle la zona di Capoliveri, proseguendo verso Ovest, abbiamo incontrato Lacona con la sua spiaggia nel golfo, una delle più grandi dell'isola, e i suoi numerosissimi campeggi.
Procedendo ancora si arriva a
Marina di Campo, dove si trova la spiaggia più grande dell'isola con un'estensione di 1.5 km  di sabbia. Qui non può mancare una passeggiata per le strade del paese e sul lungomare.

Marina di Campo
Marina di Campo

Molto frequentata, in particolare dai giovani, è la spiaggia di Cavoli, una spiaggia di sabbia granulosa, la cui particolare posizione e il suo clima la rendono adatta ad essere frequentata anche in bassa stagione. 
Il suo nome deriva da “cavili”, che sono i blocchi di granito che venivano un tempo estratti dalle cave della zona fin dai tempi dei Romani e in epoca medioevale da parte dei Pisani.


Altra spiaggia molto famosa è quella di Fetovaia, racchiusa in una stretta insenatura; ha sabbia di granito a grana grossa.
 
Fetovaia

Sono spiagge piuttosto affollate e credo che in alta stagione diventi impossibile frequentarle per chi ama la tranquillità. 

Molto bella la selvaggia zona costiera che abbiamo trovato proseguendo lungo la costa!




Se preferite la ghiaia, Pomonte fa per voi. Personalmente non mi ha entusiasmata. Se poi volete farvi una bella nuotata davanti alla spiaggia del Quartiere, vicino lo scoglio dell'Ogliera, sul fondale potrete vedere il relitto dell'Elviscot, un mercantile affondato nel 1972. 

Pomonte

Dopo Pomonte, invece, ho trovato incantevoli il mare e lo scorcio che si può ammirare dagli scogli e dal lungomare di Chiessi.

Chiessi
Chiessi


Unici sono poi gli scogli granitici levigati dal tempo che circondano la piccola (solo 15 m) spiaggia sabbiosa del Cotoncello (raggiungibile solo tramite un sentiero) e il suggestivo percoso scavato nei lisci scogli di granito (le 'cote piane') che lo collega alla spiaggia di Sant'Andrea. Da non perdere assolutamente, è davvero un piccolo gioiello dell'isola!!!

Cotoncello e sentiero verso Sant'Andrea

Sentiero verso Sant'Andrea
Il meraviglioso tratto di mare sotto la nostra camera

Molto caratteristico il paese di Marciana; graziose le sue piccole piazzette e i suoi vicoli. E' d'obbligo raggiungere i resti dell'imponente Fortezza Pisana, verosimilmente costruita dalla Repubblica di Pisa nel XII secolo a difesa del territorio di Marciana: gli abitanti della zona vi trovavano rifugio durante gli attacchi nemici, specialmente in occasione delle incursioni piratesche saracene molto frequenti all'epoca. 

Marciana

Da Marciana si può raggiungere tramite cabinovia il Monte Capanne, che, con i suoi 1019 m sul livello del mare, è la vetta più alta dell'isola e della provincia di Livorno. Dalla cima del Monte Capanne è possibile ammirare un panorama eccezionale: oltre all'Elba, le isole dell'arcipelago, la Corsica, e la costa toscana.

« La vista si stende ovunque sul mare, sulle isole vicine, e va a perdersi, da una parte, verso i luoghi dove venne costruita Roma; dall'altra scopre Livorno, mercato generale del commercio di Levante; gli Appennini, popolati sino alle loro vette, e le vaghe montagne dove Genova s'innalza ad anfiteatro. Questo spettacolo maestoso rapisce tutti i sensi. »
(Arsenne Thiébaut De Bernaud, Voyage à l'Isle d'Elbe, 1808)

Incantevole Marcina Marina, antico borgo di pescatori il cui primo nucleo abitato sorse nel luogo chiamato il Cotone (termine locale che significa «grosso sasso»), presso un porticciolo naturale che poteva accogliere le barche da pesca.
Ancora visibile sulla costa è la torre degli Appiani eretta a scopo di avvistamento e di difesa lungo il tratto costiero settentrionale dell'isola. 

Marciana Marina
Marciana Marina

Per chi ama le spiagge di sabbia, Procchio può essere la meta ideale; è una delle più grandi ed attrezzate dell'isola.

Molto conosciute sono le spiagge di sabbia della Biodola, e le più piccole, ma per questo a mio avviso più graziose, Scaglieri e Forno.

Forno


Procedendo verso Nord, molto suggestivo è Capo d'Enfola, un promontorio di altitudine di 135 m costituito da granito. Poco al largo della punta del promontorio si eleva un faraglione (detto 'La Nave'), separato da un braccio di mare, 'Il Reciso'. 
A partire dal XVII secolo sull'istmo dell'Enfola fu impiantata un tonnara dirimpettaia ad un'altra situata in località Bagno (Marciana Marina), poi dismessa nel 1959.
Nel 1967 il promontorio fu sede del set cinematografico del film The Rover, con Anthony Quinn, Rosanna Schiaffino e Rita Hayworth.

Capo d'Enfola
Per la prossima settimana ho ancora da postare qualche foto della zona di Portoferraio che non ce l'ho fatta a sistemare e soprattutto una ricetta con delle prugne fantastiche dell'albero della nonna!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Mi trovate anche qui:

Mi trovate anche qui:
...per scoprire un'agricoltura più naturale e rispettosa della natura e della salute umana con tanti prodotti tra cui lo zafferano del Monferrato!!!

Ricette per stagione


Ricette...

Post più popolari

Categorie

Acciughe (7) Aglio (49) Agretti (1) Agrumi (43) Albumi (1) Alloro (13) Amaretti (4) Ananas (2) Aneto (1) Anice (1) Antipasti e finger food (14) Arancia (28) Asiago (1) Asparagi (5) Autunno (154) Avena (2) Barbabietola (5) Basilico (11) Besciamella (3) Bietola (1) Biscotti (18) Borragine (1) Broccoli (4) Cacao (20) Cachi (1) Caffè (2) Camembert (1) Canditi (10) Cannella (10) Capperi (2) Caprino (3) Carciofi (3) Cardi (1) Carne (2) Carnevale (2) Carote (14) Castagne (5) Castelmagno (1) Cavolfiore (2) Cavolini di Bruxelles (1) Cavolo (1) Cavolo nero (1) Cavolo Romano (1) Ceci (1) Chiodi di garofano (6) Cicoria (2) Cioccolato (25) Cipolle (39) Cipolline (1) Cipollotti (3) Cocco (1) Colatura d'alici (1) Coniglio (1) Conserve (3) Contest (44) Contorni (10) Cous Cous (2) Crackers (1) Creme e salse dolci (21) Crescenza (1) Crostate (11) Cumino (1) Curcuma (13) Curry (2) Datteri (1) Dolcetti (17) Dolci (75) Dolci al cucchiaio (10) Dolci per la colazione (15) Dolci per le occasioni (8) Enkir (1) Erba cipollina (1) Ernst Knam (2) Estate (126) Fagioli (4) Fagiolini (2) Farro (3) Fave (1) Festa della donna (2) Festa della mamma (1) Feta (3) Fichi (1) Fontina (1) Formaggi (56) Fragole (4) Frutta (25) Frutta sciroppata (8) Frutta secca (21) Frutti di bosco (4) Funghi (8) Gelato (1) Ginepro (3) Glasse e ganache (5) Gnocchi (6) Gomasio (2) Gorgonzola (1) Gruyère (2) Halloween (2) Insalate (1) Inverno (139) Lamponi (1) Lamponi. Liquori (2) Lasagne (4) Latte vegetale (6) Legumi (13) Lenticchie (3) Lievitati (5) Limoni (23) Liquori (2) Maggiorana (1) Mais (1) malto (2) Malva (1) Mandarini (1) Mandorle (5) Marmellata e Confettura (14) Marrons Glacés (2) Mascarpone (6) Mela Cotogna (1) Melagrana (1) Melanzane (3) Mele (1) Menta (1) Miele (5) Miglio (2) Minestre e vellutate (5) Mirtilli (3) Montasio (1) More (3) Mozzarella (1) Muffin e Cupcake (8) Natale (13) Nigella Lawson (1) Nocciole (5) Noce moscata (3) Noci (9) Nutella (1) Olive (4) Origano (2) Ortaggi (60) Orzo (3) Pane e Grissini (2) Panettone e Pandoro (4) Panna (13) Paprika (4) Parmigiano Reggiano (28) Pasta (25) Pasta all'uovo (16) Pasta brisè (2) Pasta frolla (24) Pasta ripiena (2) Pasta sfoglia (3) Patate (8) Pecorino (12) Peperoncino (1) Peperoni (2) Pere (4) Pesce (16) Pesche (4) Piatti unici (10) Piccola pasticceria (21) Pinoli (3) Piselli (3) Pistacchi (1) Polenta (1) Polpette (5) Polpettoni (1) Polpo (1) Pomodori secchi (5) Pomodoro (12) Porro (8) Preparazioni di base (13) Prezzemolo (8) Primavera (130) Primi piatti (71) Prosciutto (3) Quinoa (1) Radicchio (2) Rapa (1) Ravanello (1) Ribes (2) Ricette dal mondo (6) Ricette del riciclo (15) Ricette della salute (66) Ricette di famiglia (5) Ricette facili e veloci (40) Ricette light (9) Ricette regionali (11) Ricette vegan (65) Ricette vegetariane (155) Ricotta (2) Ricotta salata (1) Rimedi naturali (1) Riso (21) Robiola (3) Roquefort (1) Rosmarino (15) Rucola (2) Salame (1) Salmone (1) Salmone affumicato (3) Salse (2) Salsiccia (1) Salvia (23) San Valentino (7) Santa Lucia (2) Santoreggia (1) Scamorza affumicata (1) Secondi Piatti (9) Sedano (7) Seitan (2) Semi di papavero (1) Semi di sesamo (3) Senza glutine (57) Senza latte (78) Senza uova (129) Sgombro (2) Sorelle Simili (4) Speck (1) Spezie ed erbe aromatiche (47) Spinaci (1) Stracchino (1) Taleggio (1) Tartufo (1) Tempeh (1) Timo (5) Tofu (1) Tonno (1) Torte salate (2) Uvetta (1) Verza (2) Viaggi e gite (22) Vino (1) Vol-au-vent (1) Yogurt (2) Zafferano (3) Zenzero (6) Zucca (12) Zucchine (11)
Powered by Blogger.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Premi

Un ringraziamento ad Elisa, Inco, Enrica, Sabrina e Debora per aver pensato a me per questo premio:



e un ringraziamento a Magda per avermi assegnato questo premio:


e un ringraziamento anche a Doris per questo premio:



e a Claudia per questo premio:



e ringrazio Rita per questo premio:



e Rachele e Rita per questo premio:



e sempre Rita per questo portafortuna:



e Barbara per questo premio:



e Valentina per questo premio:



e Sabry ed Erica per questo:



e Cinzia per questo:

e Debora per questi:



e Ale per questo: