venerdì 16 maggio 2014

Risotto primavera


E' da un bel un po' che tra queste pagine virtuali non compare una ricetta a base di riso. Sarà anche perchè ultimamente non mi va più tanto e quindi non ho nuove ricette da pubblicare. La ricetta di oggi, infatti, risale all'anno scorso, più o meno di questi tempi. E' un risotto che racchiude tutti i sapori delle nuove verdure della primavera, semplice ma fresco e  molto buono!!

Risotto primavera
Ingredienti per 2 persone:
  • 160 g di riso
  • 200 g di piselli sgrananti
  • 200 g di asparagi
  • 2 cipolotti
  • 2 carote
  • Una manciata di Parmigiano grattugiato
  • Brodo vegetale q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio evo q.b.
In una padella rosolare in filo d’olio evo i cipollotti tritati. Unire le carote tagliate a rondelle, farle insaporire e aggiungere poi il riso e farlo tostare. Aggiungere i piselli e continuare la cottura aggiungendo quando necessario del brodo vegetale. Aggiungere anche gli asparagi tagliati a pezzetti (tenere da parte le punte che andranno aggiunte a 5 minuti dalla fine della cottura del riso). A fine cottura, salare e mantecare con il Parmigiano grattugiato. 

Lo sapevate che la carota...

... è coltivata per il fittone radicale di colore bianco nelle varietà da foraggio ed arancio nelle varietà da ortaggio? La carota è ricca di vitamina A (Betacarotene), B, C, PP, D e E, nonché di sali minerali e zuccheri semplici come il glucosio. Per questo motivo il suo consumo favorisce un aumento delle difese dell'organismo contro le malattie infettive. La parte centrale color porpora del fiore bianco viene usata dagli artigiani della miniatura. Dai suoi frutti si ricava un olio aromatico che viene usato per la produzione di liquori. La carota è molto usata in cosmesi perché antiossidante e ricca di betacarotene, perciò stimola l'abbronzatura prevenendo la formazione di rughe e curando la pelle secca e le sue impurità; la sua polpa è un ottimo antinfiammatorio molto adatto a curare piaghe, sfoghi cutanei e screpolature della pelle. È molto indicata per la cura delle affezioni polmonari e nelle dermatosi; quale gastro-protettore delle pareti dello stomaco è un ottimo antiulcera. Fra le altre molteplici proprietà curative, la carota ha quelle di prevenire l'invecchiamento della pelle, facilitare la secrezione del latte nelle puerpere, tonificare il fegato, regolare il colesterolo. Altri benefici riconosciuti sono la facilitazione della diuresi, la tonificazione dei reni, l'innalzamento della emoglobina, la regolazione delle funzioni intestinali. Infine, favorisce la vista portando sollievo ad occhi stanchi ed arrossati. L'assimilazione di carotenoidi nelle carote crude è del 4-5%. Aumenta fino a 5 volte in presenza di acidi grassi omega-9 (come nell'avocado), e in presenza di una cottura non prolungata (come invece è quella a vapore).
fonte: Wiki
 
venerdì 9 maggio 2014

Lasagnetta alle fave e carciofi con besciamella al Roquefort


Altra ricetta dell'anno scorso, visto che sono in attesa che l'orto della nonna ci regali i suoi meravigliosi ortaggi (e che crescano anche quelli che abbiamo seminato noi). Così rispolvero le ricette vecchie non pubblicate e svuoto un po' l'archivio. Questa in particolare non potevo non proporverla. La trovo un'idea davvero sfiziosa con quella colata di gustosa besciamella al Roquefort, le fave fresche e i carciofi. Da provare se amate fave e carciofi!!! E, se non li amate, la ricetta si presta a infiniti accostamenti, ad esempio io vedrei bene l'utilizzo dei piselli al posto delle fave. Se poi trovate qualche altro buon abbinamento, fatemi sapere!!!!

Lasagnetta alle fave e carciofi con besciamella al Roquefort



Ingredienti per la besciamella al Roquefort:
  • 250 ml di latte (o latte vegetale, io uso anche semplice brodo o acqua)
  • 2 cucchiai di farina
  • Un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva
  • 30 g di Roquefort
  • Sale q.b.
Per completare:
  • Sfoglie per lasagne
  • 3 bei carciofi
  • 500 g di fave non sbucciate
  • Uno spicchio d'aglio
  • Qualche rametto di santoreggia
  • Sale q.b.
  • Olio evo q.b.

In una padella rosolare l'aglio con un filo d’olio evo. Aggiungere poi le fave private del baccello e i carciofi (tenete da parte qaulche pezzetto di carciofo e alcune fave per decorazione) puliti e tagliati a tocchetti (se avete il gambo potete aggiungere anche quello). Far rosolare brevemente, salare, aggiungere mezzo bicchiere d'acqua e portare a cottura coperto e a fuoco basso. A cottura terminata aggiungere la santoreggia spezzettata.
Intanto preparare la besciamella, mettendo l'olio in un pentolino. Agiungere, sempre mescolando, la farina setacciata. Porre sul fuoco e far cuocere per qualche minuto mescolando continuamente (si otterrà così il cosiddetto roux). Togliere il pentolino dal fuoco e unire il latte caldo mescolando bene. Porre nuovamente sul fuoco e continuare la cottura finchè la besciamella non avrà raggiunto la consistenza desiderata. Aggiungere poi un pizzico di sale. Dopodichè aggiungere alla salsa il Roquefort a pezzetti e farlo sciogliere. Nel frattempo far cuocere la sfoglia in abbondante acqua salata a cui avrete aggiunto un filo d'olio. Una volta cotta la sfoglia, scolarla e ricavare mediante un coppapasta tondo dei dischi. Comporre le lasagnette mettendo in ogni piatto il coppapasta e al suo interno disporre un disco di pasta, sopra un po' di besciamella e poi un po' di fave e carciofi. Continuare così con gli strati fino ad esaurimento degli ingredienti. Togliere delicatamente il coppapsta e completare con fave e carciofi che avrete messo da parte.


Lo sapevate che il Roquefort...

... è un formaggio francese, erborinato, prodotto con latte di pecora, originario di Roquefort-sur-Soulzon (Francia centrale)? La caratteristica principale del Roquefort è la presenza di venature blu-verdi (simili a quelle dell'italiano gorgonzola), dovute all'azione di un agente (il Penicillium roqueforti o Penicillium glaucum) che favorisce lo sviluppo di muffe. Il formaggio viene fatto maturare in un sistema di grotte in cui temperatura e umidità rimangono costanti nel tempo. Il gusto varia a seconda del tempo di maturazione, che può andare dai tre ai nove mesi. Dal 1979 è certificato con l'Appellation d'origine contrôlée (AOC), analogo alla certificazione italiana DOC, e dal 1996 con l'Appellation d'origine protégée (AOP) equivalente francese dell'italiana Denominazione di origine protetta.
 fonte: Wikipedia

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Ricette per stagione


Ricette...

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

Post più popolari

Categorie

Acciughe (7) Aglio (49) Agretti (1) Agrumi (43) Albumi (1) Alloro (13) Amaretti (4) Ananas (2) Aneto (1) Anice (1) Antipasti e finger food (14) Arancia (28) Asiago (1) Asparagi (5) Autunno (154) Avena (2) Barbabietola (5) Basilico (11) Besciamella (3) Bietola (1) Biscotti (18) Borragine (1) Broccoli (4) Cacao (20) Cachi (1) Caffè (2) Camembert (1) Canditi (10) Cannella (10) Capperi (2) Caprino (3) Carciofi (3) Cardi (1) Carne (2) Carnevale (2) Carote (14) Castagne (5) Castelmagno (1) Cavolfiore (2) Cavolini di Bruxelles (1) Cavolo (1) Cavolo nero (1) Cavolo Romano (1) Ceci (1) Chiodi di garofano (6) Cicoria (2) Cioccolato (25) Cipolle (39) Cipolline (1) Cipollotti (3) Cocco (1) Colatura d'alici (1) Coniglio (1) Conserve (3) Contest (44) Contorni (10) Cous Cous (2) Crackers (1) Creme e salse dolci (21) Crescenza (1) Crostate (11) Cumino (1) Curcuma (13) Curry (2) Datteri (1) Dolcetti (17) Dolci (75) Dolci al cucchiaio (10) Dolci per la colazione (15) Dolci per le occasioni (8) Enkir (1) Erba cipollina (1) Ernst Knam (2) Estate (126) Fagioli (4) Fagiolini (2) Farro (3) Fave (1) Festa della donna (2) Festa della mamma (1) Feta (3) Fichi (1) Fontina (1) Formaggi (56) Fragole (4) Frutta (25) Frutta sciroppata (8) Frutta secca (21) Frutti di bosco (4) Funghi (8) Gelato (1) Ginepro (3) Glasse e ganache (5) Gnocchi (6) Gomasio (2) Gorgonzola (1) Gruyère (2) Halloween (2) Insalate (1) Inverno (139) Lamponi (1) Lamponi. Liquori (2) Lasagne (4) Latte vegetale (6) Legumi (13) Lenticchie (3) Lievitati (5) Limoni (23) Liquori (2) Maggiorana (1) Mais (1) malto (2) Malva (1) Mandarini (1) Mandorle (5) Marmellata e Confettura (14) Marrons Glacés (2) Mascarpone (6) Mela Cotogna (1) Melagrana (1) Melanzane (3) Mele (1) Menta (1) Miele (5) Miglio (2) Minestre e vellutate (5) Mirtilli (3) Montasio (1) More (3) Mozzarella (1) Muffin e Cupcake (8) Natale (13) Nigella Lawson (1) Nocciole (5) Noce moscata (3) Noci (9) Nutella (1) Olive (4) Origano (2) Ortaggi (60) Orzo (3) Pane e Grissini (2) Panettone e Pandoro (4) Panna (13) Paprika (4) Parmigiano Reggiano (28) Pasta (25) Pasta all'uovo (16) Pasta brisè (2) Pasta frolla (24) Pasta ripiena (2) Pasta sfoglia (3) Patate (8) Pecorino (12) Peperoncino (1) Peperoni (2) Pere (4) Pesce (16) Pesche (4) Piatti unici (10) Piccola pasticceria (21) Pinoli (3) Piselli (3) Pistacchi (1) Polenta (1) Polpette (5) Polpettoni (1) Polpo (1) Pomodori secchi (5) Pomodoro (12) Porro (8) Preparazioni di base (13) Prezzemolo (8) Primavera (130) Primi piatti (71) Prosciutto (3) Quinoa (1) Radicchio (2) Rapa (1) Ravanello (1) Ribes (2) Ricette dal mondo (6) Ricette del riciclo (15) Ricette della salute (66) Ricette di famiglia (5) Ricette facili e veloci (40) Ricette light (9) Ricette regionali (11) Ricette vegan (65) Ricette vegetariane (155) Ricotta (2) Ricotta salata (1) Rimedi naturali (1) Riso (21) Robiola (3) Roquefort (1) Rosmarino (15) Rucola (2) Salame (1) Salmone (1) Salmone affumicato (3) Salse (2) Salsiccia (1) Salvia (23) San Valentino (7) Santa Lucia (2) Santoreggia (1) Scamorza affumicata (1) Secondi Piatti (9) Sedano (7) Seitan (2) Semi di papavero (1) Semi di sesamo (3) Senza glutine (57) Senza latte (78) Senza uova (129) Sgombro (2) Sorelle Simili (4) Speck (1) Spezie ed erbe aromatiche (47) Spinaci (1) Stracchino (1) Taleggio (1) Tartufo (1) Tempeh (1) Timo (5) Tofu (1) Tonno (1) Torte salate (2) Uvetta (1) Verza (2) Viaggi e gite (22) Vino (1) Vol-au-vent (1) Yogurt (2) Zafferano (3) Zenzero (6) Zucca (12) Zucchine (11)
Powered by Blogger.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

Premi

Un ringraziamento ad Elisa, Inco, Enrica, Sabrina e Debora per aver pensato a me per questo premio:



e un ringraziamento a Magda per avermi assegnato questo premio:


e un ringraziamento anche a Doris per questo premio:



e a Claudia per questo premio:



e ringrazio Rita per questo premio:



e Rachele e Rita per questo premio:



e sempre Rita per questo portafortuna:



e Barbara per questo premio:



e Valentina per questo premio:



e Sabry ed Erica per questo:



e Cinzia per questo:

e Debora per questi:



e Ale per questo: